party magazine
temi
gli eventi
le storie
la redazione
Spazi Pubblicitari
instagram
facebook
youtube

PARTY MAGAZINE

Dopo il virus, il caos decreti e ordinanze

#ZibaldoneDiMimmo

Dopo il virus, il caos decreti e ordinanze


Ripresa lenta, situazione fluida, incertezze, attese e delusioni della Fase Due. Miliardi dello Stato che ballano, ma non arrivano a destinazione.  È il caos di 8 decreti legge, 13 decreti del presidente del Consiglio dei ministri, 57 ordinanze della Protezione civile, 199 regolamenti, 489 ordinanze regionali, 40mila ordinanze dei sindaci. Il solito nubifragio di leggi e decreti che s’abbatte sull’Italia, l’alluvionano, la rallentano, la soffocano e, al tempo del Coronavirus, possono condannarla irrimediabilmente.

CONTE VIGILA – Matrimoni all’aperto, chiese chiuse (la Curia Italia). Il commissario all’emergenza Domenico Arcuri avverte: “La liberazione dal virus non è ancora arrivata, il virus è indebolito ma non sconfitto”. Il premier Giuseppe Conte aggiunge: “Pronti a nuove misure se la curva dei contagi risale”. Conte vigila e controlla. Uno sguardo dal Conte.

I fidanzati possono raggiungere i fidanzati: pandemia, pandetua, in ricordo del nostro amor. Il premier è in ansia, geme, soffre, è turbato. Il Conte dei sospiri. Domenico Arcuri sottolinea: “Siamo attrezzati per un nuovo picco”. Non dimenticare il picco, conservarne buona memoria. Picco della Mirandola.

La quarantena è finita perché ogni bel giogo dura poco. La piacentina Paola De Micheli, ministro alle infrastrutture, quella con i capelli color pece che gli opprimono la testa, ha calcolato una superiore mobilità di quattro milioni e mezzo di persone con l’allentamento delle restrizioni. È passata la bufera, è passato il temporale, chi sta bene e chi sta male, e chi sta come gli par (Renato Rascel).

PIPISTRELLO – Definito napoletanamente ‘o spurtiglione, il pipistrello è la star assassina di questi giorni, trasmettitore alato del Coronavirus, messaggero torvo e nero dell’epidemia, killer mezzo topo e mezzo uccello ai mercati di Wuhan. Il professor Massimo Ciccozzi, epidemiologo illustre e responsabile del Gruppo di statistica medica ed epidemiologia molecolare dell’Università-Campus Biomedico di Roma l’ha smascherato così.

Tutto è nato a Wuhan dove, ai mercati degli animali vivi, questi vengono macellati imbrattando di sangue i macellai, e tramite il sangue ‘o spurtiglione è passato agli uomini. Il più piccolo dei pipistrelli pesa due grammi, ma i più grossi pesano 1,6 chili e hanno un’apertura alare di 1,8 metri. E trentadue denti. E dormono a testa in giù.

Come scoprì nel 1938 Don Griffin, etologo statunitense, i pipistrelli utilizzano fasci di suoni ad alta frequenza per orientarsi. E’ il sonar de ‘o spurtiglione, meglio degli aerei da caccia. I cinesi lo tengono in grande considerazione, per i buddisti è sacro, per i cristiani è “vicino al diavolo”. Per Trilussa “la Lodola e er Fringuello, ner vede un Pipistrello più nero de l’inchiostro, dissero: è un mostro, brutto e sbronzoloso, cià l’ale come er diavolo e come le cocotte sòrge che vien notte”.

‘O spurtiglione ci ha rovinato la vita. Eppure, il 2011 e il 2012 sono stati gli Anni internazionali del pipistrello per difenderne la specie. E Portici, nel 2015, gli dedicò una mostra nell’ambito della Giornata della biodiversità. Così ben trattato, il pipistrello ci ha dispensato il Coronavirus e Batman, il famoso uomo-pipistrello che a batterlo ci vuole Catwoman.

BORIS – Che uomo! Che Coronavirus! Boris Johnson nato a New York da benestante famiglia inglese anglicana, laureato in lettere ad Oxford, sindaco di Londra per otto anni dal 2008, leader dei conservatori, premier britannico con vittoria storica il 24 luglio 2019, subito la Brexit sventolando l’abbondante e piatta chioma bionda, cinque figli da due mogli sedotte e abbandonate, uno da un’amante. Colpito dal Coronavirus, fra gli uomini più noti colpiti dal Coronavirus. Ricoverato il 5 aprile al St Thomas Hospital di là del Tamigi, a Westminster. In terapia intensiva il 6. Dimesso il 12. Lunedì 27 il ritorno allo storico numero 10 di Downing Street, sventolando la chioma di ritorno spolverata di grigio dalla malattia. Neanche il tempo di stupire e il sovrabbondante Boris piazza al mondo il suo sesto figlio dopo che i tabloid londinesi avevano svelato il fidanzamento con la biondissima e longilinea Carrie Symonds, 32 anni (56 anni Boris, ma biondo leone britannico), sinuoso e vaporoso esemplare londinese con labbro inferiore da tirabaci, residenza a Chequers, il domicilio estivo dei capi di governo di Sua Maestà. Anche Carrie raggiunta dal Coronavirus, in quarantena col cagnolino Dilyn. E, bàm!, il 29 aprile lo svelamento del nuovo figlio di Boris, il figlio Wilfred Nicolas settimino di Boris e Carrie. Boris! L’uomo, definito “il pugile della politica”, ha battuto Oxford, i laburisti, l’Europa e il Coronavirus dopo essersi vantato di “stringere le mani a tutti” nonostante la minaccia del virus.

di Mimmo Carratelli / 8 maggio 2020